Diabete giovanile: a scuola poco integrati 6 ragazzi su 10

pubblicato 04 nov 2013, 06:36 da Marco Barone   [ aggiornato in data 21 set 2014, 15:30 ]

L'indagine è della Federazione Nazionale Diabete Giovanile

"Il 50% degli alunni diabetici non trova un giusto inserimento nell’attività motoria e sportiva e il 64% ha problemi di socializzazione e integrazione. L’86% a scuola rileva disagi relativi al controllo glicemico e alla pratica della terapia insulinica, e il 59% riscontra problemi inerenti all’alimentazione nella mensa scolastica. I dati, che arrivano da un’indagine condotta dalla Federazione Nazionale Diabete Giovanile (FDG), sono stati discussi nel corso del seminario “I Giovani e il Diabete” che si è tenuto a Baveno (Verbania), organizzato da FDG e AGD Italia (Coordinamento tra le Associazioni Italiane Giovani Diabetici) con il supporto organizzativo di Roche Diagnostics"

Dal seminario è emerso che, nonostante l’Italia abbia una legge a tutela dei diabetici, la legge 115/87, e abbia recentemente adottato un Piano Nazionale Diabete, la situazione per i giovani affetti da questa patologia è ancora critica.





 “Sappiamo che la conoscenza della patologia e la formazione specifica del personale scolastico sono la chiave per creare a scuola un ambiente accogliente e sicuro per il bambino con diabete – afferma Patrizia Patera, membro del Gruppo di Studio Diabete della Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica -. Ma spesso non ci sono sufficienti risorse che permettano di perseguire tale obiettivo in modo capillare e continuativo. Questo genera ansia e preoccupazione  negli insegnanti e nella famiglia e disagio nel bambino, con un conseguente peggioramento del controllo della malattia”. 

 

“Questo seminario è un nuovo percorso tra le due Associazioni nazionali dei giovani pazienti con diabete” – afferma Gianluigi Curioni, Presidente AGD Italia. AGD e FGD lavorano insieme per rispondere ai bisogni dei ragazzi diabetici e delle loro famiglie. Bisogna svelare le difficoltà dei giovani che convivono col diabete e intervenire per affrontarle”.



Associazione Volontari "Farma e Benessere"

scrivici: farmaebenessere@libero.it       


Comments