News‎ > ‎

Ricetta Dematerializzata: Istruzioni per il Farmacista

pubblicato 02 dic 2014, 13:43 da Marco Barone   [ aggiornato in data 02 dic 2014, 13:44 ]

La ricetta dematerializzata (o ricetta elettronica on line) è il risultato finale di un progetto avviato con l’approvazione dell’art. 50 della legge 326/2003 che ha introdotto la ricetta (cartacea) standardizzata, la tessera sanitaria (TS) e l’obbligo di invio dei dati di tutte le ricette da parte prima delle farmacie (2008) e poi dei medici (2011).


Un processo che ha coinvolto farmacisti, medici, le rispettive organizzazioni di categoria, ASL, Regioni, Agenzia delle Entrate, INPS, Guardia di Finanze etc., con il coordinamento della Ragioneria Generale dello Stato (RGS) e attraverso il braccio operativo di SOGEI, società di ITC del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF).

Istruzioni  per il Farmacista

Con l’introduzione della norma i Medici di Medicina Generale e i Pediatri di Libera Scelta devono prescrivere su ricetta dematerializzata, ma possono continuare a prescrivere su ricettario rosso SSN.


 In Particolare per i casi più sotto citati, si evidenzia quanto segue:

1. l’invio telematico dei dati delle ricette sostituisce a tutti gli effetti il cartaceo (Art. 11,comma 16 - Legge 30 luglio 2010, n. 122);

2. Il disciplinare tecnico per la dematerializzazione delle prescrizioni SSN (D.M.2/11/2011, emanato in applicazione dell'art. 11, co. 16, del D.L. n. 78/2010,convertito con modificazioni dalla L. n. 122/2010) è sottoposto alle norme convenzionali e, pertanto, ogni possibilità operativa, legittimamente adoperata fino ad oggi con le ricette rosse potrà essere adoperata con le ricette dematerializzate;

3. la compilazione della ricetta dematerializzata segue le stesse procedure attualmente in vigore per le prescrizioni cartacee, compreso il limite del numero massimo di farmaci prescrivibili e l’eventuale esenzione alla compartecipazione alla spesa…etc. etc.;

4. sono escluse dalle procedure dematerializzate le prescrizioni:

- relative a farmaci stupefacenti e quelli della terapia del dolore;

- relative a prescrizioni in visita domiciliare;

- relative a farmaci assoggettati a ricetta limitativa;

- relative all’assistenza integrativa regionale ;

- relative alla DPC, all’ ossigenoterapia domiciliare ed a tutti i farmaci classificati in fascia A-PHT;

5. le fustelle relative alla prescrizione SSN dovranno essere apposte sul promemoria;

6. i promemoria non dovranno essere timbrati, né firmati , ne tanto meno numerati ma andranno suddivisi in mazzette da 100, in ordine cronologico e successivamente consegnati al Servizio Farmaceutico competente unitamente alle ricette cartacee; la ricetta dematerializzata ha validità 30 giorni escluso il giorno di emissione;

7. il SAC (Sistema di Accoglienza Centrale) consente alla farmacia erogante di :

- visualizzare esclusivamente i dati della ricetta elettronica per cui l’assistito sta chiedendo l’erogazione e prenderla in carico;

- sospendere la ricetta nei casi di indisponibilità ad erogare le prestazioni in un unico momento temporale, in modo che nessun altro erogatore possa effettuare operazioni su di essa;

- comunicare al SAC l’avvenuta erogazione, totale o parziale, di quanto richiesto;

- la farmacia, qualora l’erogazione non possa essere effettuata, deve rilasciare, tramite apposita operazione, la ricetta precedentemente visualizzata e presa in carico in maniera esclusiva, in modo che sia resa disponibile alle altre farmacie.

8. le ricette dematerializzate prese in carico e lasciate in sospeso sul sistema informatico SAC “SOGEI” , allo scadere del 30° giorno dalla prescrizione non potranno essere più lavorate e, pertanto potranno essere chiuse anche in tempi successivi ma chiedendo a rimborso i soli farmaci già erogati (erogazione parziale e chiusura della ricetta)

9. la ricetta dematerializzata non necessita della scansione e del controllo per ottemperare all' art . 50 (decreto-legge 30 settembre 2003, n . 269, convertito , con modificazioni , dalla legge 24 novembre 2003, n . 32 6, e successive modificazioni ed integrazioni); a tal fine Il Sistema TS rende disponibile il download del file CSV dei dati relativi alle ricette dematerializzate in giacenza sul SAC; tale operazione è finalizzata alle funzioni di import nel proprio gestionale; lo scarico potrà essere effettuato dal server del sistema TS e dalle ore 13:00 alle ore 16:00 ovvero dalle ore 22.00 alle ore 8.00 del giorno successivo;

10. le società di tariffazione, al pari delle farmacie, una volta scaricato il file CSV delle ricette dematerializzate dal sistema informatico TS, dovranno inglobarlo con quello relativo alle ricette cartacee; tale operazione è particolarmente delicata pertanto si invitano le farmacie a prestare molta attenzione ai messaggi video che i vari gestionali pubblicano;

11. La farmacia dovrà comunque inviare anche i dati delle ricette dematerializzate nel flusso relativo al comma 5, art. 50 della legge 326/2003, secondo le norme ed il tracciato già in uso per le ricette cartacee del SSN.


Fonte:  Circolare FEDERFARMA

Comments