Primavera: Rinite allergica

RINITE ALLERGICA

La rinite allergica è una condizione in cui un allergene (una sostanza che provoca una reazione allergica) causa un’infezione o gonfiore all'interno del naso. Il raffreddore da fieno è un tipo di rinite allergica causata da polline. La rinite allergica può essere causata anche da altri allergeni, come gli acari della polvere o la pelliccia animale. Alcune persone soffrono di rinite allergica a cicli di pochi mesi alla volta, perché sono sensibili agli allergeni (come pollini albero o erba) che vengono prodotti solo in determinati periodi dell'anno. Altri ne soffrono tutto l’anno, perché sono sensibili ad allergeni non stagionali, come la pelliccia animale.

La rinite allergica è una condizione in cui un allergene (una sostanza che provoca una reazione allergica) causa un’infezione o un gonfiore all'interno del naso. Il raffreddore da fieno è un tipo di rinite allergica causata da polline. 

La rinite allergica può essere causata anche da altri allergeni, come gli acari della polvere o la pelliccia animale. Alcune persone soffrono di rinite allergica per cicli di pochi mesi alla volta, perché sono sensibili agli allergeni (come pollini albero o erba) che vengono prodotti solo in determinati periodi dell'anno. Altri ne soffrono tutto l’anno, perché sono sensibili ad allergeni non stagionali, come la pelliccia animale.


I sintomi più comuni della rinite allergica sono:
  • starnuti
  • naso che cola
  • prurito al naso
  • naso chiuso

I sintomi della rinite allergica iniziano normalmente subito dopo l'esposizione a un allergene. La maggior parte delle persone con rinite allergica presenta sintomi lievi che possono essere facilmente ed efficacemente trattati. Tuttavia, per alcuni, i sintomi possono essere più gravi e persistenti, e causano problemi con il sonno e con le abitudini quotidiane.


La rinite allergica è causata dalla reazione ipersensibile del sistema immunitario agli allergeni. Il sistema immunitario reagisce producendo anticorpi per combattere l'allergene. Gli anticorpi sono proteine speciali contenute nel sangue normalmente prodotte dal sistema immunitario per combattere virus e infezioni. Le reazioni allergiche non si manifestano la prima volta che si entra in contatto con un allergene. Il sistema immunitario deve riconoscere e memorizzare l'allergene prima di produrre gli anticorpi contro di esso (un processo noto come sensibilizzazione). Il tempo necessario per diventare sensibilizzati a un allergene varia da giorni ad anni. La rinite allergica si sviluppa attraverso la respirazione di minuscole particelle di allergeni. Gli allergeni più comuni nell'aria che causano rinite allergica sono:

  • acari della polvere domestica (piccoli insetti che si nutrono di scaglie di pelle umana morti
  • alberi e polline di graminacee
  • animali
  • allergeni sul posto di lavoro

Non è del tutto chiaro perché alcune persone sviluppino l’ipersensibilità agli allergeni. Tuttavia, la rinite allergica colpisce generalmente individui atopici, ovvero soggetti con una storia familiare in cui vengono riscontrati sintomi simili o strettamente correlati. Anche i fattori ambientali giocano un ruolo importante nello sviluppo di disturbi come la rinite allergica. Gli studi hanno dimostrato che una serie di fattori sembra aumentare la probabilità di rinite allergica nei bambini:

  • crescere in una casa di fumatori
  • esposizione agli acari della polvere
  • esposizione ad animali domestici
  • uso di antibiotici

Come si diagnostica la rinite allergica?

Il medico dovrebbe essere in grado di diagnosticare la rinite allergica in base ai sintomi e alla storia medica personale e familiare. Il medico di famiglia può esaminare l'interno del naso per verificare la presenza di polipi nasali. La diagnosi di rinite allergica è normalmente confermata all'inizio del trattamento. Se si risponde bene agli antistaminici, è quasi certo che la rinite è causata da un'allergia. Se non si riesce a determinare la causa esatta della rinite allergica possono essere necessarie le analisi del sangue o un prick test.


Come si cura la rinite allergica?

Se i sintomi della rinite allergica sono lievi, si dovrebbe essere in grado di trattare la condizione da soli:

  • prendendo farmaci OTC (da banco) come antistaminici e decongestionanti per alleviare la congestione e naso che cola (vedi sotto)
  • evitando l'allergene particolare che fa scattare la condizione
  • irrigazioni nasali con acqua salata

Se i sintomi sono più gravi è bene contattare il medico. In questi casi esistono vari metodi per curare la rinite allergica:

Curare la rinite allergica con gli antistaminici

Gli antistaminici alleviano i sintomi della rinite allergica bloccando l'azione dell’istamina, una sostanza chimica che il corpo rilascia quando crede di essere attaccato da un allergene. Gli antistaminici possono provocare sonnolenza se si beve alcool durante l’assunzione.


Curare la rinite allergica con i corticosteroidi

Se i sintomi sono frequenti o persistenti e si hanno polipi nasali o un blocco nasale, il medico può raccomandare di utilizzare uno spray nasale o delle gocce contenenti corticosteroidi. I corticosteroidi contribuiscono a ridurre l'infiammazione. Per essere efficaci hanno bisogno di più tempo rispetto agli antistaminici, ma i loro effetti durano più a lungo. Gli effetti collaterali da corticosteroidi per via inalatoria sono rari, ma possono includere secchezza nasale, irritazione, e sangue dal naso.

Curare la rinite allergica con i decongestionanti nasali

I decongestionanti possono contribuire ad alleviare il problema del naso chiuso. Vengono assunti in compresse, capsule, spray nasali o liquidi. I decongestionanti nasali non devono essere utilizzati per il trattamento di rinite allergica per più di 5-7 giorni.


Curare la rinite allergica con l’iposensibilizzazione (immunoterapia)

Un'altra forma di trattamento per alcune allergie l’iposensibilizzazione, nota anche come immunoterapia. È adatta solo per le persone con alcuni tipi di allergie, come la febbre da fieno, ed è di solito utilizzata in casi di allergia grave. L’iposensibilizzazione consiste nell’introduzione graduale dell'allergene nel corpo per renderlo meno sensibile all’allergene stesso.

 Quali sono le complicanze della rinite allergica?

Le complicanze della rinite allergica possono essere:

  • polipi nasali, rigonfiamenti carnosi che crescono dalla parete interna del naso o nei seni nasali
  • sinusite, un’infiammazione o infezione dei seni nasali

Associazione Volontari "Farma e Benessere"

scrivici: farmaebenessere@libero.it

Ritorna alla Home Page 

Parole Chiave: Primavera, rinite, allergia, polline, naso, sinusite
Comments