Autostima: Scopri come Aumentarla a cura del Dott. Andrea de Simone

pubblicato 27 dic 2014, 06:14 da Marco Barone   [ aggiornato in data 03 gen 2015, 08:34 ]
"Avere un’ alta o bassa autostima questo è il problema"


Partiamo dal presupposto che in quanto individui dinamici e con risorse e potenzialità spesso sconosciute per prime a noi stessi, l’autostima come caratteristica psicologica può essere modificata e quindi migliorata.




Avviciniamoci a questo concetto con la definizione generica di autostima: “Considerazione che un individuo ha di sé stesso”. Una definizione psicologica, maggiormente esaustiva, che può aiutarci a comprenderne meglio il vero significato, ci viene data  da  Nathaniel Branden uno dei maggiori esperti sul tema: “Fiducia nelle nostre capacità di pensare e di superare le sfide fondamentali della vita” e “Fiducia nel nostro diritto al successo e alla felicità, nel nostro diritto di affermare le nostre necessità e desideri, di realizzare i nostri valori e goderci i frutti dei nostri sforzi; la sensazione di valere e meritare tutto questo”. 

Dalla definizione di Branden capiamo che un atteggiamento generico di fiducia in sè stessi è alla base di una sana autostima, ma questa fiducia è innata e definita una volta per sempre o può essere il frutto di un lavoro che una persona può fare per raggiungerla?


Se diamo per buona la nostra premessa, di essere individui dinamici, la risposta è scontata, ovvero, anche se non possediamo una fiducia innata nelle nostre capacità possiamo acquisirla attraverso un percorso lento e graduale di crescita personale, teso alla conquista di un buon livello di autostima.

I primi nemici dell’autostima con i quali avere a che fare sono la pigrizia ed evitare il disagio, per poterli sconfiggere bisogna ammettere a se stessi, innanzitutto, con estrema chiarezza e sincerità i propri limiti e timori senza spaventarsene. 

Vediamo adesso degli esercizi pratici dai quali iniziare per aumentare la stima in se stessi:

1)  Scrivete  tre elenchi, il primo contenente  le cose che ammirate di voi stessi , il secondo  i vostri punti di forza, il terzo i     vostri successi. Leggete regolarmente la lista, prima di andare a letto.

2)  Adottate un punto di vista positivo individuando dei pensieri funzionali alternativi. Ma alternativi a cosa? Alternativi ai vostri pensieri negativi, quelli che recitano “non faccio mai niente di buono”, “non riuscirò mai a laurearmi”, “nessuno mi ama davvero”… Usate realismo e razionalità!

3)  Prestate molta attenzione all’igiene personale, indossate abiti ordinati, meglio evitare abbigliamento trasandato.

4)  Mangiate buon cibo. Una sana e bilanciata alimentazione può fare la differenza. Fate allenamento fisico  uscite per una passeggiata, andate in bicicletta, iscrivetevi in palestra.

5)  Imparate a gestire lo stress e arricchite la vostra giornata con attività piacevoli che siano gratificanti e che meritate di concedervi.

6)  Frequentate amici e parenti, la vita sociale non può fare altro che rafforzare la vostra immagine di sé.

7)  Cercate di evitare le persone che vi fanno stare male.

Il risultato finale, la conquista di un alto livello di autostima, vi appagherà  pienamente, facendovi sentire più potenti ed energici, in modo da acquisire maggior sicurezza nei vostri mezzi  e maggior  fiducia in voi stessi.


Dott. Andrea De Simone

Associazione "Farma e Benessere"

Comments