Test del PHI (Prostate Health Index) - Indice di “Salute” Prostatica

pubblicato 18 mar 2015, 15:39 da Marco Barone   [ aggiornato in data 18 mar 2015, 15:40 ]

"La prostata o ghiandola prostatica è una ghiandola che fa parte dell'apparato genitale maschile dei mammiferi. La sua funzione principale è quella di produrre ed emettere il liquido seminale, uno dei costituenti dello sperma, che contiene gli elementi necessari a nutrire e veicolare gli spermatozoi"

L’ipertrofia prostatica benigna e il cancro alla prostata (è la forma di tumore più frequente nel sesso maschile) sono alcune delle malattie più frequenti. Spesso il tumore alla prostata è asintomatico e si rileva sempre più frequentemente per un rialzo del PSA. Il PSA è un'importante sostanza secreta dalla ghiandola prostatica nello sperma. Ad oggi oltre alla rilevazione del PSA basta un semplice esame del sangue per verificare la salute della prostata. Infatti diverse isoforme della porzione libera dell'antigene specifico della prostata (fPSA) sono state identificate come precursori del PSA (proPSA). Tra queste isoforme quella più specifica per il carcinoma prostatico é la [-2]proPSA (p2PSA).  

Il PHI è un esame che combina matematicamente le concentrazioni sieriche di PSA, fPSA e p2PSA. ricavandone un indice che migliora significativamente la specificità clinica del PSA totale e la ratio percentuale del PSA libero. 

Tale procedura si è dimostrata utile soprattutto in uomini di almeno 50 anni, aventi valore di PSA totale compreso tra 2 e 10 ng/ml, nei quali gli eventuali valori di PHI superiori all'intervallo di riferimento sono spesso risultati associati alla presenza di una malattia clinicamente significativa. Un PHI basso indicherà quindi un rischio potenzialmente più basso di cancro alla prostata, mentre un valore più elevato potrebbe significare la necessità di una biopsia.

La specificità più elevata consente quindi di inquadrare e gestire al meglio questi pazienti, riducendo sensibilmente il numero di biopsie non necessarie. Anche i valori inferiori alla soglia devono comunque essere valutati dal medico, alla luce della storia cinica del paziente.

Associazione Farma e Benessere

Dott.ssa Zaira Senatore 

Pasquale Vitale

Comments