Latte d’Asina: Proprietà ed Effetti Benefici a cura del Dott. Claudio D’Angelo

pubblicato 18 mar 2015, 16:25 da Marco Barone   [ aggiornato in data 18 mar 2015, 16:26 ]
"Il Latte di Asina è conosciuto sin dall’antichità per le proprietà nutrizionali e terapeutiche; attualmente molti studi e ricerche dimostrano la validità dell’utilizzo di tale prodotto in campo medico, cosmetico e alimentare"

In particolare è interessante lo studio effettuato dall’Università degli Studi di Napoli e presentato al congresso Europeo sull’obesità di Instabul sulla concentrazione di “grassi” più bassa rispetto a quella del latte vaccino.

Il latte di Asina contiene omega3 ed acidi grassi che tendono a ridurre il colesterolo e proteggere il cuore. In pediatria il latte d’asina viene utilizzato per i neonati che sono allergici alle proteine del latte vaccino.

È un latte naturale con una minore quantità di caseine e proteine dall’alto potere immunogeno. 


Altro aspetto da sottolineare è la sua capacità di regolarizzare la microflora intestinale inducendo la morte dei batteri patogeni e pertanto si può riconoscere al latte d’asina una buona azione prebiotica. Per tutte queste caratteristiche il latte d’asina è consigliato nella dieta ipolipidica così come per l’alimentazione in generale.

Per le componenti fin qui citate, componente grassa e acquosa, il latte d’asina sta diventando un buon elemento nel settore dermo-cosmetico: deterge e idrata rendendo la pelle morbida ed elastica, svolge un azione antiossidante e ipoallergenica; gli acidi grassi svolgono una funzione di difesa delle membrane cellulari.

Basti pensare che sin dall’epoca romana, venivano derivati  prodotti di bellezza per il bagno. In cosmetica quindi lo ritroviamo sotto forma di saponi e creme.

Grazie al suo utilizzo nella produzione di latte, di cosmetici, di integratori alimentari e di alimenti come cioccolata, caramelle e dolci da forno, c’è stata una maggiore salvaguardia degli asini, che sono aumentati di ben 5mila unità e ciò rappresenta un bene, dal momento che si tratta di una specie  a rischio di estinzione in Italia, dove sono presenti le razze pregiate di questo animale.

Associazione Farma e Benessere

Dott. Claudio D'Angelo

 

Comments