Viaggiare Sicuri e Informati: Quali Farmaci mettere in Valigia

Kit Sanitario del Viaggiatore - Viaggiare Sicuri ed Informati


Quando si programma un viaggio si dovrebbe pensare a un passaporto della salute con le notizie circa il proprio stato di salute presente e passato, perché al bisogno possa aiutare il sanitario ad intervenire con tempismo ed efficacia. Oltre ai dati personali non dovrebbero mancare:
  •   le indicazioni di chi e come avvisare in caso di necessità,
  •   note sul gruppo sanguigno, precedenti malattie , vaccinazioni eseguite, eventuali allergie, farmaci assunti, ecc. E' utile preparare queste note con l'aiuto del proprio medico.



È opportuno documentarsi sulla situazione sanitaria del Paese in cui ci si reca, controllare l'obbligo di vaccinazioni e sui possibili rischi per la propria salute.

Inoltre i cittadini in terapia dovrebbero informarsi circa l'organizzazione ospedaliera per l'emergenza.

Kit Sanitario del Viaggiatore


Se la destinazione del viaggio è un Paese all'interno della Comunità Europea, è necessario recarsi all'ASL di appartenenza, muniti di libretto sanitario, per ritirare il modello E111 che dà diritto ad usufruire delle stesse prestazioni previste per i cittadini del Paese ospite.

Se la destinazione è un'altra, informarsi presso l'ASL sull'esistenza di una convenzione internazionale per usufruire delle cure mediche ed ospedaliere, e farsi rilasciare eventualmente l'apposito certificato.

In caso contrario conviene stipulare un'assicurazione privata.

FARMACI DA PORTARE IN VIAGGIO

Portate con voi, oltre al quantitativo necessario di farmaci usati abitualmente, la relativa prescrizione medica e anche:

  1.   un analgesico e un antifebbrile
  2.   un antibiotico a largo spettro:
  3.   un farmaco contro la diarrea del viaggiatore, preparati per allestire soluzione saline e fermenti lattici a temperatura   ambiente;
  4.   una crema solare con fattore di protezione adeguata se si è diretti in zone fortemente soleggiate;
  5.   una pomata contro ematomi e distorsioni;
  6.   un insetto - repellente e un insetticida per ambienti
  7.   cerotti varie grandezze, garze disinfettanti

Il nome commerciale dei farmaci all'estero spesso cambia:
conviene annotarsi nei dettagli la loro composizione.

In viaggio è consigliabile conservare i farmaci nel bagaglio a mano, meglio nelle apposite borse o contenitori termici.

VIAGGIARE ALL'ESTERO

I turisti spesso presi dall'organizzazione del viaggio, trascurano conoscenze sui rischi sanitari ad esso connessi e sulle misure preventive nei confronti delle malattie cui potrebbero andare incontro.
Il turista dovrebbe informarsi con adeguato anticipo sulle vaccinazioni e sulla profilassi da seguire poiché, alcune di esse dovrebbero iniziare ad essere effettuate molto tempo prima della partenza per risultare sicuramente efficaci.

Consultare il proprio medico 2 mesi prima della partenza per un eventuale programma vaccinale sulla base della destinazione del viaggio.

Occorre, infatti, tenere presente che è spesso necessario assumere più dosi di vaccino a intervallo di tempo per essere efficacemente protetti.

Diverse malattie contraibili all'estero possono essere prevenute attraverso un'adeguata immunizzazione, secondo le indicazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. 

Alcune malattie sono ubiquitarie, altre invece hanno una distribuzione geografica ben precisa: per esempio la malaria, la febbre gialla, il tifo, la meningite meningococcica etc….

Nei paesi in cui queste malattie sono endemiche il rischio può essere molto diverso a seconda che si visitino solo le città principali o anche le zone rurali, e può variare anche in funzione della stagione dell'anno e delle condizioni metereologiche.

Molti degli inconvenienti che si incontrano durante i nostri viaggi in Paesi a rischio possono essere evitati semplicemente seguendo alcune regole pratiche:

DIFENDERSI DALLE ZANZARE

Per proteggersi dalle zanzare e da altri insetti, si consiglia di osservare alcune norme:
  1) evitare di sostare all'aperto nel periodo tra il tramonto e l'alba
  2) coprirsi il più possibile di notte con abiti chiari
  3) spalmare sulle zone esposte repellenti chimici a base di N,N dietiltoluamide (35 -50%) a intervalli di 4 ore, oppure olii        essenziali di geranio e citronella ogni mezz'ora circa.
  4) mettere alle finestre zanzariere con insetticidi
  5) usare elettrodiffusori di insetticidi liquidi oppure in piastrine

NORME IGENICHE

Per non incorrere nei rischi di eventuali infezioni in condizioni di scarsa igiene si raccomanda:
  1) di bere solo bevande racchiuse in contenitori sigillati o acqua precedentemente bollita con soluzioni disinfettanti         specifiche;
  2) di non lavarsi i denti utilizzando acqua corrente
  3) di evitare in ogni caso bevande ghiacciate
  4) di consumare i gelati solo se sono confezionati
  5) di mangiare verdura cotta oppure della verdura lavata con disinfettanti
  6) di non bere latte fresco non bollito e di non consumare uova crude, maionese o salse qualsiasi
  7) di mangiare solo frutta, verdura e legumi ai quali si può togliere la buccia 
  8) di preferire i cibi che vengono serviti ben cotti e ancora caldi.

                                                                                                                           Associazione Volontari "Farma e Benessere"

scrivici: farmaebenessere@libero.it  

  


Parole Chiave: Salute, Benessere, Volontariato, Medicina, Medico, Farma

Ritorna alla Home Page   

Comments