IPB: Ipertrofia prostatica benigna - Dott. Ciro Barba

pubblicato 13 apr 2016, 07:23 da Marco Barone   [ aggiornato in data 13 apr 2016, 07:25 ]

L’ipertrofia prostatica benigna (IPB) è una patologia molto comune nella popolazione maschile. Si definisce come la crescita del tessuto prostatico della zona periuretrale (adenoma prostatico) andando a creare nel tempo problemi all’atto della minzione. 

Il volume della prostata va incontro a una fisiologica crescita con l’avanzare dell’età, per effetto di squilibri ormonali e dell’azione di numerosi fattori di crescita. L’IPB si manifesta con disturbi urinari che possono assumere caratteristiche di severità tali da inficiare in modo importante la qualità di vita del paziente. Tale sintomatologia, è legata sia a una componente “ostruttiva”, data dall’aumento del volume prostatico che ostacola il deflusso di urine, sia da una componente “dinamica” di compressione dovuta all’azione delle fibre muscolari presenti nel tessuto prostatico. 



Da un punto di vista sintomatologico, il paziente riferisce la presenza di un flusso urinario ridotto, spesso intermittente, e un aumento del numero delle minzioni, soprattutto di notte. Un esame clinico accurato, comprendente anche l’esplorazione rettale, è importante per escludere eventuali altre patologie che possono dare una sintomatologia sovrapponibile. 

Il medico pone la diagnosi eseguendo una visita della prostata (digito-esplorazione rettale), un dosaggio del PSA (antigene prostatico specifico), un'ecografia dell'apparato urinario ed una uroflussometria. Effettuare un controllo preventivo è fondamentale per evitare l’evoluzione della patologia anche in forma più aggressiva. 

Dott. Ciro Barba - Urologo ed Andrologo

Studio Medico Specialistico                       

Via Barbarulo, 98 - Nocera Inferiore (SA) 

Tel. 347.6582972 - cirobarba@yahoo.it

 

 

Comments